Mi piacerebbe tanto che ci fosse un po' di poesia, magia, sogno, un po' di meraviglioso sul motivo per cui il foro dei 45 giri sia più largo. Purtroppo questa è un'altra storia di competizione, marketing, "competition" in inglese, tra due businesses. Una vera guerra tra compagnie che vogliono conquistarsi il mercato; si sfidano, studiano strategie per vincere.

Prima, un po' di storia sulla velocità a 78 giri

Prima del 1928 i produttori di dischi, al fine di evitare qualsiasi violazione di brevetto, utilizzavano velocità diverse tra loro. Una volta scaduti i brevetti, non c'era alcun motivo per inventarsi particolari strategie; di conseguenza l'associazione americana National Association of Broadcasters (NAB) chiese che la velocità si uniformasse in modo da semplificare la vita ai DJ che non dovevano più aggiustare l'intonazione di ogni disco. Poiché la Columbia utilizzava 80 giri (o rpm revolutions per minute) e la RCA-Victor 76, si accordarono su un compromesso di 78 giri.

LP e 45 giri

Già nel Settembre 1931 la RCA-Victor, la quale voleva realizzare dischi che consentissero di riprodurre musica di durata maggiore, introduce sul mercato una prima versione di long-playing (LP) records. Il formato a 12" pollici viene stampato in Vitrolac a 33 1⁄3 giri—una velocità fino a quel momento utilizzata per le trascrizioni audio delle voci delle radio—e consente di riprodurre musica per una durata fino a 15 minuti per lato. I dischi per essere ascoltati però richiedevano una particolare puntina, si consumavano in fretta e diventavano inutilizzabili già dopo i primi ascolti.

La RCA-Victor provò a realizzare il sistema a 45 giri già nel 1939, definendone il materiale utilizzato, il formato del disco a 7" pollici (180mm) ed il grande foro centrale, ma non riuscì a trovare una puntina che non consumasse i dischi velocemente. Iniziata la seconda guerra mondiale da lì a poco, l'idea viene messa da parte.

La Columbia nel 1941, inizia a sviluppare il proprio sistema long-playing che consentisse di riprodurre fino a 20 minuti di musica per lato. Ricerca sospesa a causa della seconda Guerra Mondiale, riprende nel 1945 e insieme a Sonotone e Collaro, nel Giugno 1948, la Columbia Records presenta il sistema LP e i pickup che potevano riprodurre dischi in vinile senza rovinarli o consumarli. La RCA-Victor immediatamente recupera il sistema a 45 giri che aveva messo da parte, e lo presenta al pubblico nel Gennaio 1949.

La RCA Victor, una volta introdotto nel mercato il giradischi a 45 giri, comincia a stampare dischi 7" pollici dal proprio catalogo di artisti e generi musicali differenti. Nel Febbraio 1949 si inventa una simpatica operazione commerciale. Al fine di garantire all'acquirente un'ampia scelta di generi e stili differenti, spedisce ai negozi di dischi una busta contenente 7 dischi in 7 colori diversi, un colore per genere musicale.

I dischi all'interno della busta sono così identificati:

  • rosso ciliegia per Blues & Rhythm,
  • verde per Country & Western,
  • blu-cielo per International,
  • blu-mezzanotte per Popular Classics,
  • nero per Popular,
  • rosso per Red Seal Classical, and
  • giallo per Children's Entertainment.

Perché il foro centrale del 45 giri è più grande del solito?

Ovviamente The Man In Red non può conoscerne il motivo al 100%. Facendo un minimo di ricerca in rete si trovano diverse opinioni al riguardo, pareri anche molto in disaccordo fra loro. Parlando con qualche esperto e incrociando le varie informazioni reperite, sono due i principali motivi per cui il foro centrale del disco 7" pollici a 45 giri sia più grosso dell'LP a 33 giri.

  1. La Wurlitzer, che cambio' i suoi jukebox da 78 a 45 giri. Questo costrinse i produttori di dischi a utilizzare il sistema a 45 giri della RCA Victor, se volevano i loro artisti suonati dai juke-box. Il foro in mezzo, più largo, permise al jukebox di suonare piu' facilmente entrambi i lati del disco.
  2. La RCA Victor diciamocelo non era proprio contenta del proprio fallimento col sistema LP che aveva pensato e iniziato a sviluppare anni prima della competitor Columbia. Per garantirsi una fetta di mercato e infastidire il nemico, decide non solo di realizzare dischi ad una velocità diversa, ma facendo il foro centrale più largo, si assicura di immettere sul mercato un sistema completamente incompatibile e diverso dell'LP della Columbia.

Ai tempi in cui i giradischi funzionavano a 33 o a 45 giri, ma non entrambe le velocità, una vera e propria guerra di formati era nata.

Qualche nota e curiosità in più

I 45 giri realizzati negli Stati Uniti avevano solo il foro grande, mentre nei mercati d'oltre oceano, Regno Unito, Australia e Nuova Zelanda, molti 45 giri venivano stampati e realizzati col foro piccolo e con quello che viene chiamato punch-out adapter o insert o spider che consente al consumatore di scegliere se utilizzare il foro piccolo o quello grande:

punch-out-adapter
45giri-spider

Con l'utilizzo dell'adattatore centrale da 1 pollice e mezzo, molti giradischi poterono così suonare sia dischi a 33 giri nel formato da 12" e 10" pollici, che 45 giri da 7" pollici.

E vissero tutti felici e contenti :-)

Sources / Resources

LP record on Wikipedia EN
RCA Records on Wikipedia EN
BloggerRhythms
A Journal Of Musical Things
ObsoleteMedia
Adattatore 45 giri on Wikipedia EN